Home/Campi applicazione/Tatuaggi

Tatuaggi



L'origine dei tatuaggi risale a più di 5000 anni fa. Il desiderio di poterli rimuovere esiste probabilmente dalla stessa epoca. Si stima che solo negli Stati Uniti siano tatuate più di dieci milioni di persone. Circa 1/3 delle persone tatuate decide, nel corso della propria vita, di rimuovere il tatuaggio. In passato questo desiderio si è sempre scontrato con gli effetti cicatriziali permanenti che ne conseguivano, molte volte ben peggiori del tatuaggio stesso.

Solo grazie all'avvento della tecnologia laser QS (Quality factor - Switched laser) è stato possibile realizzare dei sistemi per rimuovere i tatuaggi in modo efficace e non invasivo.

Esistono molti tipi di tatuaggi diversi: tatuaggi etnici o clanici (identificano cioé l'appartenenza a un gruppo o a un segmento sociale), tatuaggi simbolici (sentimentali, sessuali e religiosi), tatuaggi terapeutici e cosmetici.

E' importante analizzare bene un tatuaggio prima di effettuare un trattamento per rimuoverlo. Un tatuaggio è essenzialmente costituito da un cromoforo esogeno che viene iniettato nella cute. Le particelle di inchiostro vengono fagocitate dai fibroblasti del derma e rimangono permanentemente confinate a livello del derma superficiale.

La densità e la profondità dell'inchiostro sono tra i fattori più importanti che influenzano l'esito del trattamento di rimozione del tatuaggio. Sarà ad esempio diverso trattare un tatuaggio amatoriale o uno professionale. In genere in un tatuaggio amatoriale viene utilizzato inchiostro nero a base di carbone e il pigmento ha una bassa densità nella cute ed è situato a diversi livelli di profondità. I tatuaggi professionali sono invece costituiti da vari pigmenti colorati, hanno una densità di inchiostro molto elevata nella cute e la profondità è uniforme. Date le loro caratteristiche, i tatuaggi amatoriali richiedono solitamente un minor numero di sedute, per la loro rimozione, rispetto a quelli professionali.





  • *
  • *
  • *
  • *
  • (*) campi richiesti
  • Consento il trattamento dei miei dati personali (D.Lgs n. 196/2003)